Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on Facebook
Read on Mobile

Gnudi di bietole

Per 4/6 persone


  • 300 gr ricotta romana 
  • 500 gr bietole sbollentate 
  • 100 gr prosciutto cotto
  • 2 tuorli 
  • farina 00 q.b.
  • sale q.b.
  • parmigiano grattugiato q.b.

Questa versione degli gnudi è venuta un sabato mattina quando in frigo avanzava un piatto di biete bollite, una porzione di ricotta e del prosciutto cotto. Ho pensato che mangiare i singoli elementi sarebbe stato un po’ triste e allora li ho uniti insieme, aggiunto due tuorli e preparato un sughetto velocissimo con 6 datterini (avevo solo quelli :) ) Gli gnudi originali si preparano con gli spinaci, ma anche con le biete sono ottimi! Le indicazioni sulle quantità sono un po’ generiche perché dipende molto dalla dimensione che date ai vostri gnudi. Io li preferisco medio piccoli, ma potete farli come volete! Ottimi anche ripassati al forno con la béchamel!

  1. tritate le biete bollite (o gli spinaci se preferite) al coltello molto finemente. Unitele alla ricotta e mescolate energicamente.
  2. tritate il prosciutto e aggiungetelo al composto di ricotta insieme ad un paio di cucchiai di parmigiano (anche in questo caso seguite il vostro gusto, potete aggiungerne di più o di meno).
  3. Unite i tuorli e amalgamate bene fino ad averli incorporati in maniera omogenea. Aggiungete tanta farina quanta ne serve per ottenere un impasto asciutto e non molto molle (circa 5 cucchiai dovrebbero bastare).
  4. formate delle quenelle e calate gli gnudi in acqua bollente salata, fateli cuocere per circa 4 minuti.
  5. condite gli gnudi con un sugo di pomodoro fresco, oppure burro e parmigiano o, anche, con della béchamel e poi ripassati al forno per una decina di minuti.
8
Gnudi di bietole ultima modidfica: 2015-11-21T14:34:33+00:00 da Maria Laura

Written by

Related Post

Regole di base: La Genovese
per 6 persone 2 kg corazza (che sarebbe il biancostato, oppure potete utilizzare il muscolo,