Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on Facebook
Read on Mobile

Pollo arrosto – Julia Child

Ricetta Pollo arrosto Julia Child

Pollo arrosto Julia Child – Ricetta per 4 persone


  • pollo intero da 2 kg
  • 4 limoni
  • timo, rosmarino e alloro q.b.
  • 4 cipolle (io ho usato 5 scalogni grandi)
  • 4 spicchi d’aglio
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • 1 lt di brodo vegetale (ne servirà meno, io ne ho usato una quantità a metà strada tra il mezzo litro e il litro intero)

Ci si sveglia una mattina e si ha il bisogno di mettere su un pulloverino, segue una colazione più tiepida e si corona il tutto con un pranzo che prevede almeno un piatto infornato. Da noi è andata proprio così. Le esigenze erano di un piatto confortante, non troppo calorico, divertente, facile da preparare e che mettesse tutti d’accordo. Mi pareva il caso di fare un secondo e quindi la scelta del pollo arrosto è arrivata quasi nell’immediato.
Cercando idee su come prepararlo, mi sono imbattuta in Julia Child, che ancora non era scesa in campo nella mia cucina. Diciamo che considero alcune delle sue preparazioni dei must della cucina francese, che va da se, mi sono ritrovata pari pari nella mia bibbia del Cordon Bleu.
Ma lo spirito con cui Julia Child descrive questi piatti è decisamente meno accademico della severissima scuola su citata. È un po come leggere una ricetta scritta da una amica, la quale, con complicità e affetto, ti svela la magagna per il risultato ottimale.
(So che questo accade nei film, perché, tranne perle rare, le “amiche” ti danno sempre un ingrediente in meno, una decina di grammi in più di zucchero, oppure per distrazione (??) omettono il passaggio fondamentale!!! ma che c’è di male nel condividere una ricetta io proprio non ci arrivo, ma altrimenti non staremmo qui a fare il blog!!).
Julia Child non usa l’alloro che io invece adoro, usa olio di nocciole che io non ho, ma per il resto sono rimasta fedele alla ricetta originale.
Se il pollo arrosto dovesse avanzare, una buona soluzione è un’intramontabile insalata di pollo che, per quanto mi riguarda, è quattro stagioni.

  1. Accertatevi che il pollo sia ben pulito, sciacquatelo rapidamente e asciugatelo con cura.
  2. Preparate la marinata.
    Pulite i limoni e tagliateli a metà, schiacciate gli spicchi d’aglio e preparate le erbe aromatiche. In una zuppiera grande (abbastanza da contenere il pollo intero) spremete il succo dei limoni e mettete i limoni stessi all’interno, aggiungete le erbe aromatiche e gli spicchi d’aglio, una presa di sale e infine immergete il pollo. Giratelo più volte, massaggiandolo, coccolatelo, vagliategli bene e tenetelo immerso nella marinata per una decina di minuti.
  3. Nel frattempo pulite le cipolle e tagliatele in quarti o comunque a pezzi grossolani, cospargete di olio il fondo di una teglia da forno e aggiungete le cipolle su tutta la superficie. Togliete il pollo dalla marinata, farcitelo con gli spicchi di limone, l’aglio (potete metterlo tutto oppure solo una parte) e gli odori. Trasferite il volatile nella teglia, irroratelo con la marinatura e infornatelo, nel forno già caldo e statico, a 180/200 gradi per circa 2 ore.
  4. Il fondo di cottura tenderà ad asciugarsi, per questo motivo aggiungete un paio di mestoli di brodo vegetale di volta in volta, bagnate la superficie del pollo ogni volta che fate questa operazione.
  5. Sfornate il pollo arrosto e trasferitelo sul piatto da portata. Versate il fondo di cottura in un colino e filtratelo, utilizzate una parte del fondo per condire dell’insalata fresca e il resto da accompagnamento alla salsa.
  6. Servite con un’insalatina e delle patate al forno.
53
Pollo arrosto – Julia Child ultima modidfica: 2014-11-14T11:26:39+00:00 da Maria Laura

Written by

Related Post

ottolenghi 1
Pollo arrosto con clementine, finocchi e sambuca di Yotam Ottolenghi
per circa 4/6 persone 1 pollo di circa 1kg e 300 gr oppure l’equivalente di